COLLEGIO CANONICALE DI SAN MICHELE ARCANGELO DI SOZAN
Ieri …
Il Collegio Canonicale di San Michele Arcangelo di Sozan fu fondato in Galizia, nell’attuale Ucraina. E’ esistito dapprima come Monastero Ortodosso con la Regola di San Basilio Magno. Si hanno prime notizie storiche di questo insediamento fin dal 1291.
1392:
Il Monastero, divenuto possesso della Nobile Famiglia Sozański è stato guidato dal Principe-Abate, che è stato sempre un membro della Famiglia stessa.
Verso la metà del XVII secolo:
Dopo l’unione tra la chiesa armena e quella Romana (24/10/1630), anche il Monastero ha accettato l’unione canonica con Roma, divenendo un pio istituto di Nobili Canonici. Per sottolineare più efficacemente l’unione con la Sede Apostolica nella Liturgia è stato aggiunto anche il Rito Romano.
1786:
L’Abbazia ricevette il suo ultimo Regio Privilegio da Stanislao Augusto Poniatowski, Re di Polonia.
1918-1921:
Il Pio Istituto con i suoi feudi venne confermato come territorio autonomo.
1945:
Il Principe Abate con la sua famiglia ed i canonici abitanti di Sozan vennero espulsi dall’esercito sovietico.
Durante l’era comunista l’Istituto è stato governato formalmente dall’esilio negli USA dal Prevosto, che come direttore spirituale faceva anche le veci del Principe Abate. La vita del canonicato si spense quasi definitivamente.
… oggi …
Nel 1995 la guida dell’Istituto, un tempo riservato ai soli di nobile casato, è passato per decreto, approvato dalla Santa Sede, a Dr. Maximilian Peter von Sozan che verso il 2009 ha riunito attorno a se dei postulandi alla vita canonicale desiderosi di riprendere la vita spirituale di questa antica Istituzione. Venne abbandonata la rigida caratteristica di “nobiltà di censo” che aveva caratterizzato per secoli il Monastero.
La vita spirituale del Monastero viene rivitalizzata senza tuttavia dimenticare le sue caratteristiche tradizionali che consistenti nel doppio stampo di monastero ed Istituto secolare capace di offrire ai suoi membri la scelta tra due modelli di vivere la propria spiritualità in modo consono alla propria vocazione. Una delle caratteristiche del Pio Istituto dei Canonici di San Michele Arcangelo di Sozań è che i suoi membri non avvalendosi della stabilitas loci, possono continuare a restare nel contesto della loro vita quotidiana.
Si pensa tuttavia per il futuro di offrire anche la possibilità di usufruire di una stabile vita comunitaria presso una sede fissa lasciando la facoltà di scelta ai membri del Pio Istituto che potranno così scegliere, in piena libertà, la forma e la durata della loro permanenza.
La vita spirituale della comunità é caratterizzata dalla preghiera personale dei singoli membri ma anche dalla celebrazione comunitaria della Santa Liturgia.
Canonici di San Michele si ritrovano regolarmente per la celebrazione della Santa Messa e dell’Ufficio Divino, per le sedute del Capitolo e per organizzare la vita del futuro.
… e domani!
Siamo decisi di continuare a scrivere la storia plurisecolare di questo Istituto per garantire il futuro di tale nobile istituzione. Abbiamo il desiderio di ricolmarla di vita per dare una visibile testimonianza del Vangelo di Gesù Cristo e per, seguendo Sant’Agostino, essere in Dio un corpo ed un’anima.
Per testimoniare esteriormente la Comunione di questa Comunità vorremmo continuare a curare l’antica tradizione della vestizione canonicale, che consiste nella talare, Beretta e Mozzetta con Croce Capitolare.
Curiamo particolarmente la Liturgia Tradizionale Romana senza tralasciare l’ossequio per le altre tradizioni liturgiche dell’Istituto. Per questo sono previste le celebrazioni liturgiche anche in Rito Leopolitano.
Oltre alle fondamenta spirituali della Preghiera e della Liturgia, vorremmo dare al nostro Istituto anche uno spazio concreto in una sede fissa, poiché per il momento per le celebrazioni liturgiche dobbiamo ricorrere a chiedere ospitalità a comunità parrocchiali o religiose.
L’Istituzione, che dipende direttamente dalla Santa Sede, non si limita ai soli confini nazionali o diocesani ma estende i suoi benefici spirituali verso tutti quelli coloro che, a livello internazionale, desiderano perfezionare la propria vocazione divenendo Canonici e Promotori del Pio Istituto dei Canonici di San Michele Arcangelo di Sozan
 
Rapiti dall’amore verso Dio e la Sua Chiesa, vogliamo conservare la Tradizione attraverso il tempo e la storia per lodare Iddio nella celebrazione della Liturgia delle Ore, nella celebrazione della Santa Messa e negli studi teologici dei singoli membri.
Riponiamo per questo la nostra fiducia nella protezione della Beata Vergine Maria, Madre di Dio e Madre della Chiesa e dell’Arcangelo Michele, capo delle schiere angeliche, Patrono del nostro Istituto.
Signore Gesù Cristo, donaci la Tua Benedizione e concedici, per intercessione di San Michele Arcangelo, quella saggezza che ci insegna ad accumulare tesori in cielo e di preferire i beni eterni a quelli terreni. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen.
San Michele Arcangelo, prega per noi.
Chorherrenstift
zum Heiligen Erzengel Michael zu Sozan
Welschnonnengasse 2
D-55116 Mainz
Per offerte:
PAX-Bank
BIC: GENODED1PAX
IBAN: DE49 3706 0193 4008 3990 13
A tutti i nostri sostenitori rassicuriamo la nostra preghiera e ringraziamo di cuore.